sabato 14 novembre 2009

La Casa a risparmio energetico

RISPARMIO ENERGETICO NELLA CASA



L’energia consumata nell’edilizia residenziale per riscaldare gli ambienti e per l’acqua calda sanitaria rappresenta circa il 30% dei consumi energetici nazionali, e rappresenta circa il
25% delle emissioni totali nazionali di anidride carbonica, una delle cause principali
dell’effetto serra e del conseguente innalzamento della temperatura del globo terrestre.
Intraprendere interventi di risparmio energetico significa:

Consumare meno energia e ridurre subito le spese di riscaldamento e
condizionamento.

• Migliorare le condizioni di vita all’interno dell’appartamentomigliorando il suo livello di
 comfort ed il benessere di chi soggiorna e vi abita.

• Partecipare allo sforzo nazionale ed europeo per ridurre sensibilmente i consumi di combustibile da fonti fossili.

• Proteggere l’ambiente in cui viviamo e contribuire alla riduzione
dell’inquinamento del nostro paese e dell’intero pianeta.

• Investire in modo intelligente e produttivo i nostri risparmi.


INTERVENIAMO SUL NOSTRO APPARTAMENTO O SUL NOSTRO EDIFICIO
Per risparmiare ogni anno tanto combustibile dobbiamo:
• ridurre le dispersioni di calore in inverno e le rientrate di calore in estate
attraverso le pareti, il pavimento ed il tetto della casa

limitare le fughe di aria calda attraverso i vetri e gli infissi delle finestre.

• abbassare la temperatura di riscaldamento nei locali non utilizzati.

• sfruttare al meglio l’energia contenuta nel combustibile progettando,
manutenendo e regolando bene l’impianto di riscaldamento e condizionamento.

Tutto questo significa spendere del denaro; ma questo investimento, a sua volta, porta
ad un risparmio immediato sulle nostre bollette. Occorre solo decidere di sostenere queste
spese. Proponiamo questi interventi nelle riunioni di condominio, per il miglioramento di tutto
l’immobile, oppure affrontiamo il problema del risparmio energetico da soli, nel nostro
appartamento. Sicuramente migliorerà il nostro livello di comfort.


Ecco un elemento pratico per migliorare il risparmio energetico della nostra abitazione:


I PANNELLI SOLARICosa sono i pannelli solari?
I pannelli solari utilizzano l'energia solare per trasformarla in energia utile e calore per le attività dell'uomo. I pannelli solari si dividono in due diverse categorie di prodotti a seconda dell'utilizzo, possiamo distinguerli in:

-pannelli solari fotovoltaici, finalizzati alla produzione di energia elettrica per un normale uso domestico;
-pannelli solari termici, finalizzati al riscaldamento dell'acqua sanitaria.



I vantaggi dei pannelli solari termici

In primo luogo, i pannelli solari termici permettono di riscaldare l'acqua sanitaria per l'uso quotidiano senza utilizzare gas o elettricità. Sono pertanto un sostituto dello scaldabagno elettrico e della caldaia a gas per ottenere acqua calda per lavare piatti, fare la doccia, il bagno ecc.
In secondo luogo è indubbio un vantaggio economico nell'abbattimento della spesa in bolletta. In Italia godiamo di un'insolazione media di 1500 kWh/m2 ogni anno. Anche ipotizzando un rendimento medio dei pannelli solari termici, con 160.000 metri quadri di pannelli solari installati in una qualsiasi regione italiana le famiglie risparmierebbero in bolletta circa 8 milioni di metri cubi di metano per il riscaldamento dell'acqua sanitaria tramite la caldaia a gas o circa 80 Gwh di energia elettrica altrimenti utilizzata dagli scaldabagno elettrici.
Ecco un' azienda che potrà installare pannelli solari nella vostra abitazione:
-Aldama S.r.l.
Essa si trova:


Visualizzazione ingrandita della mappa



Galleria fotografica:



sabato 17 ottobre 2009

Mourinho rilancia Suazo

"Mourinho rilancia Suazo, Eto'ò resta a casa"

"Contro il Genoa sarà una partita di dialogo e non di monologo, saranno due squadre che si giocheranno la partita apertamente". È il pensiero di Josè Mourinho alla vigilia della ripresa del campionato, che vedrà l'Inter affrontare i rossoblu di Gasperini a Marassi. Ancora tanti dubbi di formazione per il tecnico portoghese, che dopo aver parlato in conferenza stampa ha deciso di escludere Samuel Eto'o dalla lista dei convocati. Possibile dunque l'impiego di David Suazo: "È veloce, è un giocatore che negli spazi diventa pericoloso, quindi contro il Genoa potrebbe essere la sua partita. Thiago Motta invece non ci sarà". Da questo pomeriggio l'Inter si allenerà sui nuovi campi d'allenamento: "Sono pronti, siamo a livello delle migliori squadre europee. Il prossimo allenatore che arriverà sarà contento ma per parlare del prossimo allenatore dell'inter è prestissimo. Al momento mi piace tanto stare qui e voglio rimanere qui".


Queste sono le dichiarazioni di Josè Mourinho, allenatore dell'Inter in vista della delicata sfida di sabato sera a "Marassi" contro il Genoa.
Il reparto dell'Inter è, in questo periodo in un leggera crisi vista la precaria forma fisica di Eto'ò e l'indisponibilità, a causa di infortunio di Milito. Quindi la coppia offensiva sarà sicuramente formata da Balotelli e Suazo.
Quest'ultimo da un paio di stagioni non ha brillato e questa, è certamente la sfida sarà un'occasione da non perdere per la punta honduregna. Mourinho alla vigilia del match ha confermato la sua stima verso l'attaccante, quindi ora l'assist va a Suazo che dovrà ripagare quest'ultimo,  effettuando una partita ad alti livelli ( e degna del suo ingaggio 3,5 milioni di euro l'anno).

venerdì 16 ottobre 2009

Dubai

                              DUBAI CITY


                              


Dubai arabo: دبيّ, Dubaī indica al contempo uno dei sette emirati che compongono gli Emirati Arabi Uniti, e la città più importante del medesimo emirato (che, nelle lingue anglo-sassoni, viene anche indicata come Dubay City e che in arabo è invece Madīnat Dubaī ).
Si trova sul Golfo Persico, a sud ovest di Sharjah e a nord est di Abu Dhabi (lat. 25°.15' N long. 55°.16' E). Si distingue dagli altri emirati in quanto soltanto il 10% del suo prodotto interno lordo è derivato da entrate collegate all'industria petrolifera. Le maggiori fonti di ricchezza di Dubai sono, infatti, la zona economica speciale di Jebel Ali ed il turismo, che è in costante crescita.












lunedì 28 settembre 2009

La Musica House






L'House Music

La House music è un genere di musica dance nato nelle discoteche di Chicago nella prima metà degli anni ottanta e fortemente influenzata dalla disco music e da elementi del soul e funk dei tardi anni settanta.
Diventò molto popolare quando si cominciò a diffondere nelle comunità latinoamericane, Afro-Americane, verso gli anni 80 nelle città di Chicago. Il nome house music deriva dal locale di Chicago Warehouse spat.
Il genere è caratterizzato da una metrica in 4/4 con cassa in battere su ogni quarto, arricchita talvolta da figurazioni ritmiche più elaborate. Una presenza fissa è lo "snare" (rullante) sui battiti pari e un "hat" (piatto) in controtempo, per accompagnare giri di basso in una o due battute. Il basso può essere acustico, elettrico o anche sintetico.
Questa sezione ritmica fa da base per la parte melodica che è composta diversamente a seconda dei generi ma che ha elementi comuni come la presenza di semplici fraseggi melodici di pianoforte, chitarra acustiche o elettriche funky o jazz, complessi assoli di fiati, cordofoni e linee vocali con influenze funk e soul.
La frequenza metronomica è tipicamente di 105/110 bpm con punte di 130/132. In media le canzoni house sono suonate intorno ai 125 bpm.
La stesura di un pezzo house inizia quasi sempre con un "introduzione" composta dai soli suoni di batteria, che culmina in una pausa fatta di soli "pad" (in italiano detti "tappeti armonici": suoni elettronici di accompagnamento), fino a giungere al tema principale, con le sue variazioni.
Segue poi pausa di lunghezza maggiore, respiro ed infine un nuovo tema centrale (magari ripetendo piu volte il ritornello) e una coda per chiudere il pezzo. L'introduzione e la coda sono parti fondamentali perché permettono ai Dj di mettere due pezzi in sequenza senza che il pubblico possa avvertire il cambiamento